VERY SPECIAL PEOPLE/VALLE ONSERNONE/TICINO/SCHWEIZ/D/I/E


ASCONA

P1060754

Sehr spezielle Personen im Onsernonetal, Tessin, Schweiz/Delle persone molto particolari in Valle Onsernone, Ticino, Svizzera

Die schöne, reiche und begabte Aline Valangin/Rosenbaum-Ducommun wurde in 1889 in Vevey geboren und starb 1986 in Ascona. Sie war Schriftstellerin, Pianistin und wurde von C.G. Jung zur Psychoanalytikerin ausgebildet. Im Jahr 1917 heiratete sie ihren ersten Mann, den russisch-jüdischstämmigen Rechtsanwalt W. Rosenbaum und dei beiden führten eine offene Ehe. In ihrem Haus in Comologno, Tessin, und an ihrem Zürcher Domizil, wo die Wände in mit Werken von Picasso und Max Ernst behangen waren, gewährte das Ehepaar in den 30er Jahren vielen Emigranten/Flüchtlingen, wie Ignazio Silone, Kurt Tucholsky oder Meret Oppenheim oder James Joyce und vielen anderen über längere Zeit Unterschlupf. Das war mit der Zeit auch für sie eine grosse finanzielle Belastung.

Aline hatte anscheinend viele Liebhaber und Ignazio Silone, dem sie auch den Kopf verdreht haben soll, sagte anscheinend, dass bereits ihr Atem nach Verderben rieche, aber er liebte sie, was der Liebesbrief zeigt. Ab Seite 40 gibt es Informationen, den genannten Liebesbrief und die Novelle GENESIS von Ignazio Silone auf deutsch/italienisch/französisch http://www3.ferienjournal.ch/site/images/FJnovfebb2015-16.pdf

IMG_0307

Auch der Schriftsteller Rudolf Jakob Humm war Aline, der intelligenten und eleganten, psychoanalytisch und musikalisch geschulten Frau sehr wohlgesinnt.

Das Ehepaar war sowohl gegen die Nazis als auch gegen die Faschisten und W. Rosenbaum verkaufte den Republikanern in Spanien alte Flugzeugabwehrkanonen und wurde in der Schweiz dafür verurteilt, ins Gefängnis gebracht und verlor in Folge das Anwaltspatent. Er verlor eigentlich alles und wurde zu einem armen Schlucker und verdiente dann in Ascona etwas Geld als Antiquar.

PICASSO

PICASSO

Aline Valangin/Rosenbaum-Ducommun, bella, ricca è dotata è nata nel 1889 a Vevey ed è morta ad Ascona nel 1986 dove è anche seppellita, assieme a suo ex-marito. Questa signora era scrittrice, pianista e psicoanalista, formata da C.G. Jung. Si è sposata nel 1917 con il famoso avocato W. Rosenbaum. Lui era di origine russo-ebreo (Lituania) e i due hanno condotto assieme un matrimonio aperto. Negli anni trenta la copia ha ospitato tanti emigranti/rifugiati nei loro domicili Zurigo, dove le pareti erano piene di opere d’arte di Picasso e Max Ernst, e Comologno in Valle Onsernone per periodi lunghi. Il tutto è poi stato un peso finanziario non indifferente. Fra gli ospiti c’erano Ignazio Silone, Kurt Tucholsky ed anche Meret Oppenheim o James Joyce e molti altri..

Sembra che Aline abbia avuto tanti amanti, come Ignazio Silone che ha detto che avrebbe realizzato troppo tardi che Aline esprimeva già con l’alito deperimento, ma lui l’amava tanto, malgrado ciò! Includo il link alla rivista “Ferien-Journal di Ascona dove c’è da leggere la lettera d’amore e la novella di Ignazio Silone “GENESI” : (prego scrollare giù )

http://www3.ferienjournal.ch/site/images/FJnovfebb2015-16.pdf

MEIN VIDEO/IL MIO VIDEO/MY VIDEO/(turn volume down, if it’s to loud!)

COMOLOGNO1 from Martina Ramsauer on Vimeo.

The beautiful, rich and gifted Aline  Valangin/Rosenbaum-Ducommun was born in 1889 in Vevey and died in 1986 in Ascona. She was a writer,pianist and was formed by C.G. Jung as a psychoanalyst. She got married to the famous lawyer, W. Rosenbaum of Russian(Lithuanian) Jewish origin. with whom she led an open marriage. In their home in Zurich, whose walls were full up of paintings by Picasso and Max Ernst. In the thirties the couple put up many refugees/emigrants, for long periods, Among them were the Italian writer Ignazio Silone, the German writer Kurt Tucholsky, Meret Oppenheim or James Joyce. This  was also a heavy financial burden.

It seemed that Aline had many lovers und Ignazio Silone ‘s head was turned by this lady and he loved her, despite the fact that he said that already her breath smelled of decay. Please read his love letter and also the novella GENESIS on

http://www3.ferienjournal.ch/site/images/FJnovfebb2015-16.pdf

Even the writer Rudolf Jakob Humm pronounced himself positively regarding the intelligent, elegant, psychoanalitically and musically educated Aline.

The couple took a very strong stand against the Nazis as well as against the Fascists and Wladimir Rosenbaum sold the Spanish Rebulicans some old air defense weapons. He was pocessed in Switzerland for this act, condemned, put to prison and he also lost the right to work as a lawyer. He lost, so to say, everything and worked then as an antique dealer in Ascona.

LA BARCA

LA BARCA

Un altro amante, lo scrittore Jakob Humm ha descritto la relazione con l’intelligente, elegante, psicoanalitica e musicale Aline più che positiva.La copia era antifascista e ant-inazi e W. Rosenbaum ha venduto dei vecchi cannoni antiaerei ai repubblicani della Spagna. L’avvocato è stato processato in Svizzera, ha perso la patente di esercitare la sua professione ed è stato in prigione. Visto che non aveva più soldi ha poi lavorato quale antiquario ad Ascona.

In den Dreissigerjahren begann Aline Valangin selbst zu schreiben und verfasste mehrere Gedichtbände, zwei Kurzgeschichtensammlungen und vier Romane. Der Letzte “Dorf an der Grenze” ist ein typisches Sittengemälde eines Schweizer Bergdorfes während des Zweiten Weltkrieges. Sie schildert darin den Umgang der Schweiz mit Flüchtlingen und mit den Nazi Sympathisanten in den eigenen Reihen. Der Roman ist ziemlich unbequem und wurde daher erst Anfang der Achtzigerjahre, also 30 Jahre nachdem sie ihn geschrieben hatte, veröffentlicht.

Mehr zu den Romanen „Die Bargada“ und „Dorf an der Grenze“

http://www.literatur-karten.ch/de/schauplatz/aline-valangins-bargada

In ihren zusammenhängenden Geschichten erzählt sie vom Patriarchat und seiner Aufweichung, weil die Männer abwesend sind und von den Familienintrigen, den Schmugglern und Partisanen, von Krieg, dem Flüchtlingselend, dem harten Existenzkampf und der verzagten Resignation.

Aline Valangin wird als eine Frau bezeichnet, die die kulturelle Welt nicht nur durch eine bestimmte Kunst, sondern durch ihre gesellschaftliche Position und Aktivitäten geprägt hat und die früher oder später auch im Tessin ankamen. Das Ehepaar liess z.B. die eletrische Heizung in ihrem Palast „LA BARCA“ einbauen. Wenn die Herrin diese einschaltete, wurde das Licht in Comologno ausgeschaltet.

Die Rosenbaums liessen sich, trotz aller Freiheit, Ende der Dreissigerjahre scheiden, sind aber in Ascona zusammen begraben.

unbenannt (8 von 30)

Negli anni trenta ha cominciato a scrivere e ha composto parecchi volumi di poesie e due collezioni di storie brevi come anche quattro romanzi. Nell ultimo (villaggio al confine? Non ho trovato la traduzione in italiano!) _”Dorf an der Grenze” la scrittrice ci da un quadro delle usanze nei villaggi di montagna durante la seconda guerra mondiale. Descrive pure come i rifugiati venivano trattati in Svizzera come anche i simpatizzanti dei Nazisti fra di loro. Visto che questo libro era abbastanza scomodo venne pubblicato soltanto negli anni ottanta, ossia 30 anni dopo averlo scritto.

Nelle sue storie collegate raccontava del patriarcato e il suo indebolimento, perché gli uomini erano assenti e degli intrighi fra le famiglie, dei contrabbandieri e partigiani, della guerra, della situazione disastrosa dei rifugiati e della durissima lotta per l’esistenza e della scoraggiata rassegnazione.

Das ist meine PPP mit Musik zu Comologno und seinen Künstlern zum Herunterladen auf D/I/E. Bitte klickt auf das folgende Foto.

Vi prego di cliccare sulla seguente foto per scaricare la mia PPP con musica su Comologno e i suoi artisti in italiano/tedesco/inglese.

Please click on the foto here below in order to download my PPP with musci about Comologno and its artist in English/German/Italian.

unbenannt (23 von 30)

Aline Valangin viene descritto come donna che ha dato un impronta al mondo della cultura, ma ha e soprattutto segnato la società per la sua posizione e le sue attività che sono arrivati prima o poi anche in Ticino. La copia aveva fatto istallare il riscaldamento elettrico nel loro palazzo “la Barca”. Quando la Sciora lo accendeva, si spegneva tutta la luce a Comologno!

La copia ha poi divorziato alla fine degli anni trenta, malgrado tutta la libertà che si sono lasciati Aline e Wladimir, ma sono rimasti amici e sono seppelliti assieme ad Ascona.

unbenannt (21 von 30)

Aline Valangin started to write in the thirties and published several collections of poetry and two of short stories and four novels. The last one „The village on the border „ (Dorf an der Grenze) is a picture of the customs in a Swiss mountain village during the Second World War. She describes in her books the way Switzerland treated the refugees and the Nazi sympathisers within their own rows. The novel has been quite inconvenient for Switzerland and for this reason it was published only in the eighties, this means 3o years after is the publication.

More about „Bargada“ and the village at the border:

http://www.literatur-karten.ch/de/schauplatz/aline-valangins-bargada

In her connected stories she talks about the patriarchy and its maceration, because of the fact that men were absent, the intrigues between families, smuggling, the partisans, the war, the most deplorable situation oft he refugees and the extremely difficult situation t survive and also about the discouraged resignation.

Aline Valangin is described as a woman who made a dent into the cultural life, but above all she signed the society with her person and her activities, which sooner or later also arrived in Ticino. The couple had, for example, an electric heating installed in the villa „LA BARCA“, which switched off the light in the village, if the lady from the city switched it on.

The famous couple got divorced, despite their open marriage but they remained friends for the rest of their life and are burried together in Ascona.

Mein Post zum Onsernonetal und seinen Künstlern./Il mio post sulla Valle Onsernone e i suoi artisti./My post about the Onsernone Valley and its artists:

rivella49.wordpress.com/2014/07/04/valle-onsernone-und-seine-beruhmten-schriftstellerkunstlerdi/

IMG_0302

32 replies »

  1. Bella recensione, hai dato lustro a persone famose 🙂
    Interessante ricostruzione di uno spaccato di vita allietata da immagini superbe.
    Complimenti, sempre molto brava.
    Un abbraccio da Affy

    Liked by 1 person

    • Ti ringrazio proprio tanto, cara Affy, per aver letto questa storia :)che mi ha toccato tanto. Siamo andati a Comologno, questo luogo un po’ sperduto, in una giornata di dicembre ed abbiamo goduto un sole splendido in cimitero e sulla Via Corcis. Ti auguro una bella serata.- Martina

      Liked by 1 person

      • Apprezzo molto la condivisione che ci permette di conoscere persone, cose e luoghi un pò lontani da noi. 🙂
        Una bella serata anche per te!

        Like

      • Al confine molto vicino (bagni di Craveggia) c’è stato nella 2 . Guerra Mondiale una situazione molto percolosa con dei partisani italiani in fuga, i militi fascisti italiani e i soldati svizzeri! Buona domenica😀

        Liked by 1 person

    • Caro Piero, sai mi sembra quasi incredibile che in posto così lontanto dalla civilizzazione possa essere così tanta cultura e siano state delle persone che hanno fatto delle cose strordinarie, inclusa le donne della Valle Onsernone. Un grande grazie anche a te per aver dato il tempo per leggere su di loro. Un caro saluto da Martina

      Liked by 1 person

  2. Martina carissima finalmente posso salutarti! Il mio Pc è andato in tilt prima che partissi per il mio viaggio a Copenhagen e non mi ha concesso di passare personalmente per augurarti le più belle cose a te e ai tuoi cari per le festività e per questo nuovo anno, cosa che faccio in questo momento! Ciò che ho appena letto è molto interessante, sei entrata in punta di piedi nell’intimità di persone famose che per questa loro notorietà non hanno il potere di lasciare che siano riservate! Le immagini sono straordinarie, io amo moltissimo i comignoli e questo da te fotografato e davvero fascinoso!
    spero che potremo riprendere i nostri dialoghi armoniosamente, come di consuetudine, un caro abbraccio ( passo a leggere gli altri post!) smak

    Liked by 1 person

    • Cara Annalisa, prima di tutto spero proprio che hai fatto delle vacanze rilassate nella bellissima Copenhagen senza computer! Ti avevo anche fatto i complimenti per il tuo ottimo risultato ottenuto su wordpress, veramente straordinario!
      Ritorno adesso in Valle Onsernone, valle un po’ nascosta e selvaggia, dove non si trovano turisti di massa ed è proprio per quello che mi piace. Mi fa molta impressione la Via Crocis dove hanno lavorato diversi artisti della zona e che hanno fatto restaurare e che si vede nel mio video, le vare pitture sulle facciate di case, le case così ben mantenute e con lavoro di volonariato hanno anche ristaurato un palazzo e creato un albergo di Charme.Mi fa piacere che ti piace il comignolo! Quella domenica della nostra visita abbiamo avuto il grande piacere di conoscere il storico che si occupa di Comologno e ci ha spiegato tante cose! Da questa zona tanti sono anche emigrati per povertà e le donne rimaste hanno dovuto gestire il tutto, perché i mariti erano assenti.
      Sinceramente, sono contenta che sono ritornati i giorni “normali” e io spero veramente che avremo ancora a raccontarci tante belle cose, cara amica. Mi accorgo però che divento più lenta!! Ti penso spesso e in questo senso ti ringrazio per non dimenticarmi augurandoti tanto successo nel 2016. Un grande abbraccio Martina

      Liked by 1 person

  3. Cara Martina,
    Provo a risponderti con questo metodo, vediamo se sono capace. Voglio dirti che ho letto con grandissimo interesse la storia della copia Valangin-Rosenbaum. Ti faccio i miei complimenti. Mi hai dato anche la voglia di saperne di più, almeno se fosse possibile anche di leggere qualcuna delle sue opere, come pure anche la voglia di rivedere Comologno.
    Cari saluti.
    Juliane

    Like

    • Cara Juliane, la tua visita a casa mia mi fa proprio tanto piacere e sono anche positivamente sorpresa che sai riuscita!
      I libri che Aline ha scritto sono “Die Bargada” oppure “Das Dorf an der Grenze”. Eveline Hasler, una altra scrittrice svizzera ha scritto “Aline und die Erfindung der Liebe”. Lo storico che abbiamo incontrato a Comologno mi ha consigliato di iniziare con “Geschichte zweier Leben” die Wladimit Rosenbaum, Aline Valangin” Limmat-Verlag, 2000. Io l’ho ordinato a Zurigo, ma non arriva???? La cosa migliore sarebbe probabilmente chiedere nella libreria ad Ascona! Organizzare un’uscita a Comologno è un’ottima idea.:)
      Cari saluti e buona domenica. Martina

      Like

      • Cara Juliana, ho finalmente ricevuto il libro “GESCHICHTE ZWEIER LEBEN” – Wladimir Rosenbaum e Aline Valangin di Peter Kamber di seconda mano dall’America!! Raconta anche la gioventù di Wladimir in Bielorussia sotto lo zar Nicolao II. Gli ebrei non hanno avuto diritto di possedere terra e andare a scuola non è stato possibile per tutti.Un ebraio non ha potuto studiare giurisprudenza. Wladimir Rosenbaum ha detto: “Die Morde an den Juden hat nicht erst Hitler erfunden.”
        Cari saluti Martina

        Like

    • più lenta? non mi pare ha ha
      quello che ancora mi hai descritto mi ha fatto rivivere la tua passeggiata, io amo sapere di ogni luogo che non conosco, di apprendere cose che non so,non scappano, poi, sai? restano e ogni tanto come traendole dallo stipo dei ricordi tornano e mi si affollano come visioni vissute. La mia vacanza è stata fin troppo rilassante! Io amo il freddo e la neve, ok ero salita a nord sperando di vebere Bruges con la neve …invece no! nuvolaglia e nebbiolina dispettosa, per non parlare della pioggia che come la nuvoletta di Fantozzi mi ha seguita un po’ ovunque, solo qualche giorno di bel tempo ( si fa per dire!!!) e alcuni senza pioggia…da casa mi parlavano di sole e delle rose ancora fiorite in giardino…beh non è che mi sia annoiata, ma Copenhagen già la conoscevo bene , volevo visitare qualche luogo dei iontorni che ancora non avevo visto…sono tornata a visitare palazzi e musei, va bene,che è sempre un piacere comunque, ma insomma quasi quasi avrei preferito ancora passare le festivitò nella mia abitazione di Cmpitello! Che brontolona, he? mi tirerai le orecchie?🙂

      Liked by 1 person

      • Non so, se riesco a dirti quanto mi ha fatto piacere il tuo post privato e particolarmente le ultime due frase che , contro le tue aspettative, capisco pienamente!!! Copenhagen , sicuramente una bella citta, ma non d’inverno con tutto quel buio. Preferisco tanto Comologno con i suoi 14 abitanti e case stupende oppure Cmpitello che deve essere una meraviglia!! Grazie e un caro saluto-Martina

        Like

    • Ja, liebe Peggy, ich muss sagen, dass mich dieses Ehepaar und ihre Leistungen faszinieert. Auch sehr eindrücklich ist, was die einheimischen Menschen hier geleistet haben. Ich danke dir ganz herzlich für deinen Besuch und wünsche dir eine gute Woche. Cari saluti Martina

      Liked by 2 people

  4. Liebe Martina,
    ein wirklich toller Bericht über dieses seltsame Paar. Besonders über Alien wusste ich nich nicht so viel, deshalb dafür besonderen Dank! Und dann natürlich die wunderbaren Bilder, man möchte sofort mal wieder hinfahren um den seltsamen Dialekt zu geniessen.

    Den Herrn Rosenbaum bin ich übrigens vor ungefähr 35 Jahren, vielleicht waren es auch 40, in seinem Antiquariat in Ascona begegnet. Ein kleiner, leiser, sehr belesener alter Herr, bei dem ich ein Exemplar des Kapital von Karl Marx gekauft habe. 2 von drei Bänden. Der dritte Band fehlt immer noch. Ich habe es nicht über mich gebracht, in anderen Antiquariaten danach zu suchen.

    Liebe Grüße
    Kai

    Liked by 1 person

    • Guten Morgen lieber Kai, deine Antwort zu den Rosenbaums ist wirklich ergreifend und ich habe grosse Freude, dass jemand den Herrn Rosenbaum persönlich kannte und dass du mir aus erster Hand einiges über ihn hast sagen können, lieber Kai.Es wäre wirklich schön dich mal in Ascona zu treffen, wenn das gesundheitlich möglich ist. Alles Gute und vielen, vielen Dank. Martina

      Liked by 1 person

  5. This is the first I’ve heard of Alina. She sounds like a colorful character. She must have been to attract men in spite of her “breath that smelled like decay.”😉 The village looks charmingly rustic. Have a wonderful Sunday, Martina.

    Like

    • I suppose Ignazio Silone really loved this fascinating woman and that is way he said so!! Thank you very much, Julie, for your excursion to Comologna and its surprises. I also wish you a pleasant Sunday. Martina

      Like

  6. Thanks so much for introducing us to Aline Valangin… Your post is very insightful and I enjoyed learning about her and her art… the part concerning the way she and her partner managed to escape from the Nazis touched me… Beautiful postw dear Martina… Sending love and best wishes. Aquileana😉

    Liked by 1 person

    • I thank you very much, dear Aquileana, for your interests in Aline Valangin, despite her being far away from you! I have written about her, her husband and this at the time very poor region in Ticino, Switzerland, because they are for me an example that there were always people who helped others in need and there will always be and that the world needs them very much.:) I thank you very much for your friendship. Love Martins

      Like

    • Very much so, Otto! I have been trying very hard to find the book “Geschichte zweier Leben” by Peter Kamber in order to know more about their lives. This insightful book was finally sent to me from the USA! It’s unbelievable how many important emigrants this couple put up. On page 111, for example, I am reading: ” Im Interview mit Bernd H. Stappert erzählte sie (Aline Valangin) weiter: Wir gaben auch viele Einladungen. Die Schriftsteller Musil, Thomas Mann Elias Canetti, alles kam vorbei. Toller war Silone. On the next page it James Joyce who speaks of a dinner with the Rosenbaums. W. Rosenbaum, der Kämpfer für Recht und Gerechtigkeit, however, seems to have had a difficult life in Switzerland because of his origin and success and Aline also had important psycological problems. Aline also helped people in need to flee!! I hope that I havn’t kept you up too long. Thank you very much for your interest. :)Best regards Martina

      Like

  7. Aggiungo qui il mio video riguardante Comologno e gli artisti molto speciali.Ich füge hier mein Video zu Comologno und seinen aussergewöhnlichen Menschen bei. I’m adding here my video about Comologno and its very special people.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s